Bruxelles: cosa vedere in un giorno


Europa, I miei viaggi / venerdì, Ottobre 2nd, 2020

Bruxelles, il citybreak perfetto in autunno

Ecco una città che mi ha sorpreso molto: Bruxelles!

Conosciuta per essere il centro politico dell’Unione Europea, la capitale del Belgio è la città perfetta per un citybreak all’insegna di buon cibo, birra e cultura.

Ci sono stata con il mio compagno lo scorso anno, per un solo giorno, prima di proseguire per le Fiandre.

Alloggiammo all’Hotel Hygge, che di belga ha ben poco, a giudicare anche dal nome, ma è senza dubbio elegante, essenziale e ben ubicato.

Si trova, infatti, tra il Boulevard de Waterloo e Avenue Louise, ovvero tra le vie principali dello shopping di alta moda e a poco più di 20 minuti a piedi dalla Grand Place.

Cosa vedere a Bruxelles in un giorno

La lista delle cose da vedere a Bruxelles è piuttosto lunga e variegata e in un giorno è difficile da completare tutta.

Noi ci siamo concentrati esclusivamente sul centro storico, tralasciando il Quartiere Europeo, sede degli edifici dell’Unione Europea, e l’Atomium, la rappresentazione di un atomo (gigante) in ferro dove, all’interno delle sfere, ci sono sale di esposizione.

Il Mont des Arts

Lungo il percorso fatto a piedi dall’hotel al centro, abbiamo attraversato il Quartiere Reale, conosciuto con il nome di Mont des Arts.

Abbiamo intravisto la Notre Dame du Sablon, la Cattedrale di Bruxelles, costeggiato il Palazzo Reale, i Musei Reali delle Belle Arti del Belgio, il Museo Magritte e il Museo degli strumenti musicali, dove sono esposti circa settemila strumenti musicali, realizzati dal Medioevo ad oggi (ingresso €10,00/adulto).

Dinanzi a quest’ultimo edificio in Art Nuveau si apre uno dei panorami più belli di Bruxelles: da qui è possibile vedere in lontananza la Torre del Municipio situata nella Grand Place, la Basilica del Sacro Cuore e addirittura l’Atomium (almeno così dicono, perché io non l’ho visto!!!).

A fare da cornice ci sono la Biblioteca Nazionale, il Palazzo dei Congressi e i Giardini del Mont des Arts.

Giardini del Mont des Arts, Bruxelles
Panorama dal Mont des Art, Bruxelles - Belgio

Il centro storico

Superato il quartiere reale, siamo entrati nel vivo del centro storico, dove sorge la Grand Place.

Questa piazza è considerata tra le più belle d’Europa ed è nella lista del Patrimonio dell’Umanità della Unesco.

Tra i numerosi edifici che la circondano, spicca l’Hotel de Ville (il Municipio) e la Maison du Roi (La Casa del Re).

A pochi passi dalla Grand Place, c’è la (mini) statua del Manneken Pis, uno dei simboli di Bruxelles, e la Galleria Saint Hubert.

Una tappa fondamentale è quella alle birrerie La Morte Subite e Delirium Cafè.

Birreria A La Mort Subite, Bruxelles - Belgio

Dove mangiare

Una volta giunti alla Grand Place, abbiamo girovagato tra le vie del centro e iniziato a bere e mangiare di tutto!

Siamo passati più volte davanti alla vetrina della panetteria Aux Merveilleux de Fred, Rue du Marché Aux Herbes 7, dove sono andata completamente in estasi alla vista delle deliziose cramiques (pan brioche belga) al cioccolato!!!

Poi siamo entrati nella cioccolateria/drogheria Le Comptoir de Mathilde, Rue au Beurre 17, un piccolo negozietto dove consiglio a tutti di entrare, perché ha dei prodotti davvero buoni e originali da acquistare.

Pensate che vi ho trovato, con mia grande sorpresa, anche dei babà al rhum, all’arancia e al limoncello!!!

Più tardi, ci siamo rifugiati in una caffetteria per sfuggire al freddo ottobrino e per riposarci un po’, dove abbiamo ordinato una cioccolata calda e una crêpe.

Fino ad allora, ignoravo che in Belgio la cioccolata calda fosse fai-da-te!

In pratica, a tavola arriva una tazza di latte ed un cucchiaino di legno con attaccato ad una estremità un cioccolatino, che va poi sciolto lentamente nel latte caldo!!!

Il risultato finale è stato soddisfacente.

Per cena non potevamo che provare uno dei piatti tipici della tradizione belga: la carbonade, uno stufato di manzo bagnato nella birra e condito con timo e alloro.

Carbonade, piatto tipico della tradizione belga, Bruxelle

Per farlo ci siamo recati a uno dei ristoranti più antichi e famosi di Bruxelles: Le fin de siècle, Rue des Chartreux 9.

Tavolini e sedie sgangherati, posate e bicchieri visibilmente vecchi, niente menu (le portate sono scritte sulla parete) e niente bancomat.

Insomma, una “bettola” a tutti gli effetti, dove però il cibo è fantastico e il personale molto efficiente!

Per concludere: comics e street art

Se vi piacciono tanto i fumetti, Bruxelles allora è la città che fa per voi!

In giro per la città ci sono tantissime bande dessineé (vignette) che raffigurano i protagonisti dei fumetti belga più famosi, come Tintin, Lucky Luke o Asterix.

Il Comics Art Museum, Rue des Sables 20, è il Museo dei fumetti belga, il quale, tra tante, ospita la mostra permanente dei Puffi, anche loro nati dalla mano di un disegnatore belga.

Noi ci siamo entrati e abbiamo trovato molto interessante il poter sfogliare alcuni dei fumetti esposti, proprio come se stessimo in una libreria.

La sensazione è stata quella di fare un tuffo nel passato, giacché molti dei fumetti risalgono a qualche anno fa. Visitare il Museo è sicuramente una delle esperienze che consiglio, per conoscere la sua origine e la sua evoluzione nel tempo!

Per chi, invece, è più appassionato alla urban street art, Bruxelles possiede un’ampia galleria gratuita e diffusa di opere d’arte situate tra il centro storico e la periferia.

Parcours StreetArt è il sito web dove potrete consultare i diversi percorsi da fare per andare a caccia di murales.

Non immaginavo che Bruxelles mi sarebbe piaciuta così tanto.

In genere, non è una delle prime città europee che i viaggiatori scelgono di visitare, eppure, devo ammettere che è stato un peccato dedicarle così poco tempo.

Spero di ritornarci. Penso sia una città perfetta per un weekend tra amici!

COMING SOON: ESCURSIONE A GAND E BRUGES DA BRUXELLES

0

36 Commenti a “Bruxelles: cosa vedere in un giorno”

  1. Ho ripercorso un pò la città attraverso il tuo articolo! Come resistere alle delizie di Bruxelles, si torna a casa con tanti bei ricordi e dolci sapori!

    0
  2. Sto programmando un viaggio nelle Fiandre e devo ammettere di non aver incluso Bruxelles, perché mi sono detta che con ryanair ci posso andare quando voglio. Dopo aver letto il tuo post mi sento un po’ pentita di questa scelta e sembra davvero meravigliosa.

    0
    1. Puoi fare al contrario! In genere da Bruxelles si va a Bruges e Gand. Se hai un giorno libero, prendi il treno e vai a Bruxelles, dista meno di un’ora !!

      0
  3. Ho dei cari parenti a Bruxelles e io ci sono stata tanti anni fa e ammetto di non ricordarla così bene: sarà il caso di tornarci e di rivederla seguendo i tuoi consigli! Grazie mille!

    0
  4. Ho sentito parlare molto male di Bruxelles da diversi amici e così non ci sono mai stata ma devo dire che dal tuo post mi sembra di capire che sia invece una città interessante da visitare!

    0
  5. Sono sempre stata solo di passaggio veloce a Bruxelles, uno sguardo alla piazza e via. Credo che valga la pena una visita un pò più approfondita magari per gustarsi tutte quelle prelibatezze dolci che i hanno già fatto venire l’acquolina.

    0
  6. E’ una città che vorrei vedere da un po’, desidero andare a vedere l’Atomium. Avevo la possibilità di andarci perchè ci viveva mia cugina 🙁

    0
  7. Bruxelles è una delle poche capitali europee che non ho ancora visitato. Onestamente devo dire che non mi attira moltissimo, ma magari sono solo pregiudizi miei e magari vistandola mi piacerebbe. Quasi quasi che le do una chance 🙂

    0
  8. Non sono mai stata a Bruxelles e spesso ho sentito dire che è una città grigia, con poco da offrire. Per quanto mi riguarda, mi ha sempre incuriosita molto, sia per le cose da vedere che per il panorama gastronomico. E ora le tue parole – e le fotografie – me lo confermano!
    Spero di poterci andare la prossima primavera, approfittando del volo diretto da Torino.

    0
  9. Bruxelles è davvero una città bellissima, io mi ero fermata una settimana per poterla esplorare tutta. Della zona che hai visitato tu mi sono piaciuti moltissimo il Museo Magritte e il Museo del Sassofono. Quest’ultimo l’avevo visitato solo perché mio fratello è musicista e volevo mandargli le foto, ma ero rimasta impressionata dalla bellezza di questo edificio Art Déco!

    0
  10. Bruxelles ha una dimensione ideale da scoprire in un week-end, e se si hanno una paio di giorni in più si riesce a prendere un treno e spingersi fino a Bruges e Gent. Insomma è davvero un viaggio che consiglio anche io.

    0
  11. Sono stata a Bruxelles nel periodo natalizio qualche anno fa e me ne innamorai letteralmente! Una città viva, civile, pulita e ricca di arte e cultura. Mi piacerebbe vederla anche ora, in autunno, che è una stagione che amo!

    0
  12. Non sono mai stata a Bruxelles pur avendo un caro amico che vive lì e spesso mi propone di andare, mi attira molto e spero di poter organizzare presto!

    0
  13. Sarò sincera: preferisco altre città belghe come Bruges o Gent a Bruxelles ma, come dici tu, è perfetta per un weekend! C’è molto da vedere e tante birre da provare! 😉

    0
    1. Sono stata anche a Bruges e Gand e mi sono piaciute tantissimo. Infatti, presto pubblicherò un articolo anche su queste sue città ???

      0
  14. Ho vissuto Bruxelles di corsa e senza la possibilità di fermarmi il tempo necessario per visitarla come merita. Però ho apprezzato i dolci. Quelli me li ricordo bene…

    0
  15. Avremmo dovuto visitare una parte del Belgio nella nostra vacanza estiva che poi, causa covid è stata rimandata. Non avevo inserito Bruxelles nel nostro itinerario ma leggendo l’articolo mi sa che quando andremo, sarà anche lei una delle mete.

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.