Cosa vedere in Catalogna: tre borghi medievali


Barcellona / giovedì, Novembre 12th, 2020

Cosa vedere in Catalogna

La Catalogna è una regione ricca di luoghi bellissimi da visitare.

Barcellona è il suo fiore all’occhiello e la Costa Brava uno dei litorali più interessanti dell’intera penisola iberica. Oltre a ciò, sparsi qua e la, ci sono tantissimi borghi medievali incantevoli, perfetti per una escapada (fuga) romantica.

I tre borghi della regione catalana che ho visitato fino ad ora, e di cui voglio parlarvi in questo articolo, sono : Peratallada, Besalú e Vic.

Peratallada

Peratallada è un piccolo paesino situato nella comarca Baix Empodrà, a solo 15 minuti da Begur.

Se ben ricordate, nell’articolo sulle Spiagge più belle della Costa Brava, vi ho già citato questa località, poco distante dalla suggestiva platja de la Illa Roja.

Il suo nome, tradotto in italiano, significa pietra scolpita, perché completamente ricavato dallo scavo di una roccia, ancora oggi perfettamente visibile.

Peratallada, il borgo medievale scolpito nella pietra - Catalogna
Carrer de la Roca, Peratallada

Peratallada, è uno dei borghi medievali più importanti e meglio conservati della Catalogna. Visitarlo con calma, passeggiando tra i suoi vicoli tortuosi e acciottolati, renderà molto piacevole la vostra giornata.

Troverete botteghe di artigianato locale e numerosi caffè e ristorantini dagli ambienti rustici e cucina tradizionale. Da non perdere, la magdaleneria Cal Tuset, in Plaça de l’Oli: enormi e gustose maddalene in 24 gusti differenti, appena sfornate, vi faranno letteralmente impazzire!

Madgalena al cioccolato di Cal Tuset, Peratallada - Catalogna

Besalú

Nella comarca della Garrotxa, a circa 20 minuti da Figueres, si trova, invece, Besalú, una fortezza del X secolo adagiata sul fiume Fluviá.

Questo borgo medievale è molto conosciuto in tutta Spagna e molto visitato anche da turisti internazionali. La sua maggiore attrazione è il ponte in stile romanico, con al centro la torre fortificata.

Dinanzi a questa costruzione, si ha la sensazione di aver fatto davvero un viaggio nel tempo e che da un momento all’altro, dal portone di accesso, possano spuntare decine di cavalieri a cavallo, sventolando bandiere per annunciare l’arrivo del re.

Ponte medievale di Besalù - Catalogna

Nel centro storico di Besalú risiede un altro luogo di grande interesse storico e culturale, ovvero il mikhve, il bagno ebraico della purificazione.

Per molti secoli, gli ebrei vissero in questo borgo e nelle immediate vicinanze. Il mikhve fu costruito sulla riva del fiume Fluviá, in modo che le vasche per il rituale di purificazione avessero sempre acqua fresca proveniente da una fonte naturale, come vuole la tradizione.

L’ufficio turistico di Besalù organizza periodicamente visite guidate all’interno del mikhve, oltre alle classiche del centro storico.

Ponte romanico di Besalù - Borgo medievale della Catalogna

Vic

L’ultimo borgo è Vic, che si trova nella comarca d’Osona, a due passi dal Parco Naturale del Montseny (a circa un’ora da Barcellona).

Vic è un borgo medievale di grande interesse artistico, è sede vescovile, quindi anche un centro religioso molto importante, ed infine, sede dell’Università Centrale della Catalogna.

Alcuni prodotti dell’eccellenza gastronomica catalana, provengono proprio da qui, come il famoso fuet e il salchichón de Vic (due diverse tipologie di salame).

Di Vic è interessante visitare la Plaza Mayor, la seconda più grande della Catalogna, ancora oggi ricoperta di terra come un tempo e dove il martedì e il sabato ha luogo il tradizionale mercato rionale.

C’è poi il Museo Episcopale, la Cattedrale con il suo campanario romanico, il Tempio Romano e la Casa Comella, un edificio signorile in stile modernista sulla cui facciata sono rappresentate le quattro stagioni dell’anno.

Il Ponte medievale di Queralt, per molto tempo unico accesso alla città, non sarà bello come quello di Besalú, ma ha il suo fascino, soprattutto durante il periodo natalizio, quando la città si riempie di bancarelle di artigianato locale e prodotti gastronomici tipici del territorio, le persone si travestono con gli abiti tradizionali del medioevo e danno vita, durante quattro giorni, alla Fiera Medievale.

Attorno al ponte, si radunano soprattutto i bambini, perché è dove si svolgono i tornei e le giostre medievali.

La Fiera Medievale di Vic è un evento davvero molto interessante e carino a cui partecipare. C’è sempre tanta gente ed è un’ottima occasione per comprare qualche regalino di natale o formaggi, salumi e saponi!

I prossimi borghi che mi piacerebbe visitare e che si trovano vicino a quelli già citati, sono: Pals, Castellfolit de la Roca e Santa Pau. Ma se voi ne conoscete qualcuno che vale la pena visitare, fatemi sapere nei commenti!

+1

22 Commenti a “Cosa vedere in Catalogna: tre borghi medievali”

  1. Non vedo l’ora di riuscire a coronare il mio sogno di poter visitare la Catalogna ed i suoi borghi nel corso di un tour on the road che da qualche anno a questa parte ho iniziato a programmare insieme al mio papà.

    0
  2. Ok, mi sono innamorata del ponte di Besalù! Hai descritto dei borghi magnifici e, per quanto mi riguarda totalmente sconosciuti! Alla faccia di chi pensa che basta visitare Barcellona per dire di essere stati in Catalogna, tutt’altro! Io a suo tempo ero stata a Vilafranca del Penedès, unico borgo catalano che mi ero concessa nel mio lungo viaggio nella Spagna del Sud

    0
    1. Grazie!!! Hai fatto un’ottima scelta. La terra del cava e del buon verdejo, il vino bianco fruttato! Adoro!

      0
  3. La prossima primavera ho intenzione di rifare un salto a Barcellona a distanza di oltre dieci anni… Mi segno i borghi che hai indicato, perché mi piacerebbe spingermi anche nei dintorni!

    0
  4. Ma che belli, io adoro i borghi medievali, soprattutto se poi si organizzano fiere dove la gente si veste con gli abiti tradizionali. Mi piacerebbe moltissimo partecipare ed immergermi in un’epoca ormai lontana.

    0
  5. Ma che belli. Sai che al primo sguardo mi sono sembrate foto dell’entroterra toscano? Sarà che ormai siamo borgo addicted, ma questi posti mi fanno letteralmente impazzire. Chissà .. magari l’anno prossimo si riuscirà di nuovo a viaggiare come in passato. Fingers crossed!

    0
  6. Il bello di questa iniziativa del venerdi è di poter conoscere nuove località anche se poi magari non si riuscirà ad andare a visitarle tutte. Comunque qualcosa resta in noi, anche solo viaggiando con la mente. Della Catalogna, mi vergogno a dirlo, conosco solo Barcellona ma Andrea ed io ci eravamo ripromessi di tornare con la scusa di andare a trovare una delle mie cugine che si è trasferita nei dintorni di Barcellona per lavoro. Avendo già visitato il capoluogo della Catalogna potrebbe essere un’ottima occasione per ampliare le nostre conoscenze e visitare borghi come Peratallada, Besalù e Vic che hai perfettamente descritto e fotografato nell’articolo. In particolare l’ultimo mi ricorda un po’ Castell’Arquato nel piacentino, forse per la Fiera Medievale che vi si svolge. A questo punto aspetto con impazienza che tu riesca a visitare anche le altre tre località che hai elencato per poter poi leggere il racconto

    0
    1. grazie 🙂 spero che tu possa ritornare dunque a Barcellona e fare qualche escursione fuori città!

      0
  7. Amo molto la Spagna e soprattutto tutto ciò che profuma di medioevo. Non conosco la Catalogna e quindi ho letto con molto piacere il tuo articolo che tratta di due cose che mi piacciono. Sicuramente prevedo di andare a dare un’occhiata personalmente, lanciandomi nella storia e, soprattutto, nelle maddalene!

    0
    1. All’estero non sono molto conosciuti, non sono proprio i primi luoghi che risaltano, però sono una piacevole sorpresa

      0
  8. Sono stata da queste partei molti anni fa, quando ero molto piccola e non ricordo molto. Sono convinta che sia un territorio davvero splendido. Le foto di questo articolo sono stupende, quella che più mi ha catturato è Perratallada, sembra davvero magico!

    0
  9. Mi sembrano tutti e tre bellissimi questi borghi, io però mi sono innamorata a prima vista di Peratallada, forse proprio per la particolarità della sua costruzione. Quanto mi piacerebbe passeggiare per le sue strade di pietra!

    0
  10. Sembrano uno più bello dell’altro! Peradallada potrebbe benissimo sembrare un borghetto italiano, mentre quello di Besalù mi ispira tantissimo. Purtroppo non conosco altri borghi da consigliarti, ma aspetterò di vedere i prossimi che visiterai.

    0
  11. Bellissimi questi tre borghi medievali! Conoscevo, ma solo per sentito dire, quello di Besalù, che mi incuriosisce molto. Sono stata in Catalogna nell’estate del 2016, dove ho fatto l’esperienza di ragazza alla pari (molto divertente, ma anche stancante). Nel weekend ne approfittavo per andare in giro, ma ho scelto mete conosciute, quali Barcellona e Blanes. Mi piacerebbe tornare in questa parte di Spagna per scoprirla meglio e per partecipare alla festa de La Patum che si tiene nel comune di Berga – la famiglia catalana con cui vivevo ci va ogni anno.

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.