Isole Canarie: Fuerteventura


I miei viaggi, Spagna / lunedì, Giugno 22nd, 2020

COSA VEDERE E FARE A FUERTEVENTURA

Fuerteventura affascina per la moltitudine di paesaggi che offre. Troverete, infatti, spiagge bianche, dune di sabbia dorate, mare calmo e cristallino, terre aride, pareti rocciose a strapiombo sul mare e spiagge avvolte nella nebbia, bagnate da un mare irruento. Uno spettacolo per la vista ad ogni angolo.

Il mio viaggio a Fuerteventura iniziò con l’arrivo all’aeroporto di Puerto del Rosario, capoluogo dell’isola, dopo circa 7 ore di volo (compreso uno scalo tecnico a Tenerife per lo sbarco e imbarco di passeggeri). Un volo charter comprato all’ultimo minuto e con partenza da Roma Fiumicino.

Ad aspettarmi c’era un’amica che all’epoca viveva lì. Insieme, noleggiammo una Fiat 500 bianca e iniziammo la nostra avventura sull’isola.

1# PLAYA DE JANDÍA E MORRO JABLE

La prima tappa del nostro viaggio fu Playa de Jandía, conosciuta anche come Playa de Sotavento, una spiaggia situata nel sud dell’isola molto ventilata e per questo meta preferita dagli appassionati di kitesurf e windsurf di tutto il mondo. Durante l’estate qui si svolge la GKA – Kite Worldcup, capace di riunire migliaia di professionisti provenienti da ogni parte del pianeta.

Kitesurf presso la Spiaggia de Jandía di Fuerteventura
Kitesurf presso la Spiaggia di Jandía, Fuerteventura
Kitesurf, Sotavento Fuerteventura
Playa de Sotavento, Fuerteventura

Accanto alle colline che vedete in questa foto in alto, situate sulla spiaggia di Sotavento, sorge l’Hotel Meliá Fuerteventura (un tempo Meliá Gorriones), una bellissima struttura dotata di tutti i comfort della marca Meliá. Al suo interno, l’hotel ospita la scuola di Kite e Windsurf più famosa della zona, il centro René Egli by Meliá, dove potrete noleggiare l’attrezzatura per svolgere le attività di kite e windsurf o iscrivervi ad una lezione di kite e windsurf per principianti di gruppo o privata.

Lasciammo Sotavento alla volta di Morro Jable, una piccola località turistica della costa meridionale di Fuerteventura, ideale per una passeggiata pomeridiana tra i negozietti del centro o sul lungo mare, oppure per pranzare o cenare in qualche ristorantino.

La spiaggia di Morro Jable è decisamente più piccolina rispetto a quella di Sotavento, però fu perfetta per fare un bagno rinfrescante nel mare calmo e di color turchese dopo tante ore di volo e poi alla guida.

Spiaggia di Morro Jable, Fuerteventura

INFORMAZIONE IMPORTANTE: Dal porto di Morro Jable ci si può imbarcare per raggiungere in traghetto Gran Canaria, altra isola dell’arcipelago Canario.

A Morro Jable tornammo qualche giorno più tardi per trascorrere un’intera giornata distese al sole e per goderci il dolce far niente. Scegliemmo Playa del Matorral per questa occasione, nei pressi del Faro e del Saladar (Le Saline). Lungo questa spiaggia ci sono numerosi lidi.

Faro delle Saline di Fuerteventura

#2 COFETE

Come vi dicevo all’inizio dell’articolo, Fuerteventura sorprende per la moltitudine dei suoi paesaggi e Cofete è uno di questi.

Cofete è una spiaggia che si trova sulla costa sud occidentale dell’isola, alle spalle del Parco Naturale di Jandía. Per raggiungerla, da Puerto del Rosario o da Corralejo, bisogna seguire la strada statale fino a Morro Jable e poi continuare lungo una strada sterrata fatta di una serie infinita di curve e tornanti senza nessuna protezione. Vi consiglio di noleggiare una 4×4 o comunque un’auto più sicura per fare questo tratto. Noi, con la nostra Fiat 500, siamo arrivate comunque sane e salve, ma ci è costato tanto!

Il panorama qui è a dir poco impressionante. La spiaggia di Cofete è tra le più selvagge dell’isola e la zona circostante è totalmente deserta.

Quando arrivammo il mare era molto agitato e la spiaggia avvolta dalla foschia. L’atmosfera era surreale, quasi soffocante.

Se pensate di trascorrere molto tempo su questa spiaggia, portate con voi cibo ed acqua, perché c’è solo un bar/ristorante in tutta l’area.

La nostra Fiat 500 a Cofete
Caprette a Cofete, Fuerteventura
Playa de Cofete avvolta da un'atmosfera surreale, Fuerteventura

#3 EL COTILLO

Nuovo giorno, nuovo angolo dell’isola da esplorare: El Cotillo, un piccolo villaggio di pescatori situato sulla costa nord occidentale dell’isola, a circa 20 km da Corralejo e meno di 40 km da Puerto del Rosario.

La spiaggia più famosa di El Cotillo è Playa La Concha, una caletta dalla sabbia bianca e muretti di rocce vulcaniche che servono per proteggersi dal vento. Anche questa parte dell’isola è molto ventilata, quindi molto gettonata tra gli amanti di Kitesurf.

In alcuni punti la costa diventa più selvaggia e alte pareti rocciose diventano il luogo perfetto dove ammirare il tramonto.

Spiaggia de El Cotillo vista dalla scogliera
Tramonto Spiaggia de El Cotillo, Fuerteventura

#4 CORRALEJO

Dopo aver fatto il giro di tutta l’isola, non potevamo che visitare Corralejo, la principale destinazione turistica di Fuerteventura. La meta preferita dei giovani, poiché è qui che si trovano gli alloggi più economici, i ristoranti, i locali e i bar più frequentati.

E’ anche il posto ideale per provare le tipiche papas arrugadas (una varietà di patata che cresce nelle isole canarie) con il mojo picon rojo o il mojo verde, due salse che si usano per accompagnare diverse pietanze isolane. La prima è a base di peperoncino rosso e paprika, quindi piccante, mentre la seconda è a base di peperone verde ed è più dolce e delicata.

IL PARCO NATURALE DE LOS LOBOS E DE LAS DUNAS DE CORRALEJO

A Corralejo si trovano il Parco Naturale Los Lobos, una riserva naturale che ospita centinaia di specie vegetali e varie specie volatili, e il Parco Naturale delle Dune di Corralejo, un’enorme area protetta formata da distese di sabbia bianca che ricordano un po’ il deserto del Sahara.

L’isolotto Los Lobos si raggiunge in barca da Corralejo in soli 15 minuti. Per potervi accedere è necessaria un’autorizzazione, che si consiglia di richiedere almeno 5 giorni prima della visita. La compagnia Nortour offre una soluzione facile e rapida attraverso la vendita di un biglietto che include già il permesso. Il costo del biglietto è di € 16,00 per adulto.

Le Dune di Corralejo si trovano lungo la strada statale FV-1. Il panorama è uno spettacolo unico e rotolare giù dalle dune molto divertente!

Le dune arrivano fino all’oceano, dove delle piccole insenature circondate da rocce vulcaniche, che permettono di proteggersi dal vento, si alternano ad ampie spiagge, frequentate spesso da surfisti.

Parco Naturale delle Dune di Corralejo
Parco Naturale delle Dune di Corralejo
Torretta di avvistamento di legno sulla spiaggia delle Dune di Corralejo, Fuerteventura
Surfisti in azione presso la Spiaggia delle Dune di Corralejo, Fuerteventura

INFORMAZIONE IMPORTANTE: Dal porto di Corralejo si può raggiungere in traghetto Lanzarote, altra isola dell’arcipelago canario.

#5 GRAN TARAJAL

L’ultima tappa del nostro viaggio fu Gran Tarajal, un paesino costiero situato sulla costa meridionale dell’isola e fuori dal circuito turistico tradizionale di Fuerteventura. Il motivo che ci spinse ad andare fin laggiù fu quello di vedere con i nostri occhi i murales dipinti sulle facciate degli edifici di tutto il paese. I 32 murales mostrano i segreti che si nascondono sotto l’Oceano Atlantico, davvero molto carini!

Murales di Gran Tarajal, Fuerteventura
Murales di Gran Tarajal, Fuerteventura
Murales di Gran Tarajal, Fuerteventura
Murales Gran Tarajal, Fuerteventura

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SU FUERTEVENTURA, LEGGI QUANDO ANDARE E DOVE ALLOGGIARE A FUERTEVENTURA

0

7 Commenti a “Isole Canarie: Fuerteventura”

  1. Vivevo a Tenerife e mi manca molto. L’intenzione era di visitare anche le altre isole delle Canarie, Fuertevenura compresa. Mi piacerebbe molto poter vedere il Parco Naturale Los Lobos.

    0
  2. Sono stata qualche anno fa a Fuerteventura abbinando la vacanza a Lanzarote che devo ammettere ho preferito. Sarà che a Fuerteventura ci siamo stati solo 3 giorni e abbiamo trovato vento molto forte. Dovrò darle una seconda possibilità perché mi piacerebbe andare alla sua scoperta un po’ più approfondita.

    0
    1. Fuerteventura, per quel che so, è sempre molto ventilata, però ha davvero panorami bellissimi e che valgono la pena.

      0
  3. Sono stata a Fuerteventura già due volte nel periodo invernale e devo dire che mi è piaciuta molto. Delle mete che indichi, l’unica che non ho visto è l’ultima, il villaggio dei murales. Dovrò tornare!!

    0
  4. Conosco molto bene la Spagna, ma mi mancano le Canarie! In particolare Fuerteventura e Lanzarote mi affascinano moltissimo e appena ho l’occasione, leggo sempre a volentieri articoli che ne parlano!

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.