Fuerteventura: quando andare e dove alloggiare


Guida pratica ai viaggi / lunedì, Giugno 22nd, 2020

DOVE SI TROVA FUERTEVENTURA, COME ARRIVARE E COME MUOVERSI

Fuerteventura è una della 7 isole dell’Arcipelago Canario, appartenente alla Spagna. Si trova nell’Oceano Atlantico, tra Lanzarote e Gran Canaria, e a solo 100 km dalla costa del Marocco.

Mappa delle isole Canarie

Fuerteventura ha un aeroporto internazionale che si trova a 4 km dal capoluogo dell’isola, Puerto del Rosario, e tre porti che la collegano alle altre isole canarie o alla penisola iberica: il porto di Corralejo, Morro Jable e Puerto del Rosario.

Dall’Italia si può raggiungere Fuerteventura con un volo della compagnia aerea Iberia, che fa scalo a Madrid, Vueling che fa scalo a Barcellona o Ryanair che opera con voli diretti da Bologna, Bergamo e Pisa.

Una volta atterrati sull’isola, il consiglio è quello di noleggiare un’auto per potersi muovere in libertà. Anche perché a Fuerteventura non esiste una rete ferroviaria e neanche una rete metropolitana. Gli spostamenti avvengono in autobus, chiamati guaguas.

Presso l’aeroporto troverete tutte le compagnie di noleggio più conosciute: Avis, Hertz, Europecar, Sixt e ancora Goldcar, Enterprise, Cicar.

In auto verso El Cotillo

Se acquistate un pacchetto vacanze, assicuratevi che ci sia il transfer all’hotel incluso. Molti hotel offrono il servizio di autonoleggio, per cui potrete scegliere di noleggiare l’auto anche direttamente da li, per un giorno o due a seconda delle vostre esigenze.

QUANDO ANDARE A FUERTEVENTURA

Il clima a Fuerteventura è generalmente mite e secco durante tutto l’anno, con temperature minime di 14 gradi in inverno e massime di 29 gradi in estate. Il che la rende l’isola dell’eterna primavera, visitabile in qualsiasi periodo dell’anno.

Inoltre, è molto ventilata e per questo è la meta preferita dagli amanti di kitesurf, windsurf e surf.

Tavole di windsurf adagiate sulla sabbia

In alcune epoche dell’anno, si potrebbe assistere a un fenomeno meteorologico tipico delle isole canarie: la calima, che corrisponde un po’ al nostro vento di scirocco. Durante i giorni di calima, l’atmosfera si riempe di particelle di polvere, cenere e sabbia provenienti dall’Africa e le temperature aumentano, diventando più afose e insopportabili.

In base alla sua intensità, tutte le attività turistiche e non possono subire delle alterazioni, come ad esempio ritardi o cancellazioni dei voli e traghetti, oppure, chiusura delle strada, spiagge e attività commerciali.

DOVE ALLOGGIARE

scritta Hotel

Le zone migliori dove alloggiare a Fuerteventura sono Corralejo, Caleta de Fuste e lungo la Costa Calma.

CORRALEJO

Corralejo è un centro urbano situato nella parte nord dell’isola. Molto frequentata dagli italiani, è la meta più gettonata tra i giovani, poiché è qui che si trovano locali, bar e discoteche. Dunque è una zona anche molto trafficata (in alta stagione) e può risultare un po’ caotica. Non la consiglio a chi è in cerca di una vacanza relax.

Corralejo offre alloggi turistici di ogni tipo: ostelli, hotel economici, hotel con ottimo rapporto qualità – prezzo, hotel e resort di lusso, appartamenti turistici.

Personalmente sono un amante degli hotel della catena H10. Mi piacciono tantissimo per lo stile, l’accoglienza e i servizi offerti. A Corralejo troverete gli hotel H10 Ocean Dunas (solo per adulti), H10 Ocean Dreams Hotel Boutique (solo per adulti) e H10 Ocean Suites.

Non lontano dalla filosofia degli H10 ci sono gli hotel della catena Barcelò, quindi Barcelò Corralejo Bay (solo per adulti) e Barcelò Corralejo sands.

Un’alternativa economica, però molto carina, potrebbe essere il Corralejo Surfing Colors Hotel & Appartments, l’ostello Surfers Retreat e il complesso di appartamenti Buendía Corralejo nohotel.

CALETA DE FUSTE

Caleta de Fuste si trova a pochi chilometri dall’aeroporto di Fuerteventura. Si tratta di un piccolo centro urbano molto tranquillo, ideale per chi viaggia con bambini, poiché la spiaggia è più riparata dai venti e il mare calmo.

In questa zona ci sono varie tipologie di alloggi. Tra gli hotel che consiglio c’è il Barcelò Castillo e il Barcelo Fuerteventura Thalasso Spa. Quest’ultimo lo consiglio soprattutto a chi ama il relax e i trattamenti termali.

COSTA CALMA

Nella parte sud dell’isola, prima di Morro Jable, si trova Costa Calma, una zona turistica molto frequentata dai turisti tedeschi (così come la località di Esquinzo) e dove si concentrano molti hotel, ristoranti, bar e centri commerciali. La vita notturna è molto più tranquilla rispetto a quella di Corralejo.

Anche qui ci sono hotel della catena H10, come l’hotel H10 Playa Esmerlada e l’H10 Tindaya. Mentre, altri hotel che consiglio sono l’Occidental Jandia Playa e l’hotel Fuerteventura Princess.

MORRO JABLE, EL COTILLO E PUERTO DEL ROSARIO

Altre zone dove poter alloggiare sono Morro Jable, nell’estremo sud dell’isola, El Cotillo, nella zona nord occidentale dell’isola, e Puerto del Rosario.

Morro Jable è un piccolo villaggio di pescatori. L’offerta alberghiera è più limitata rispetto ad altre zone. Inoltre, non si trova esattamente in un punto strategico dell’isola per potersi muovere.

El Cotillo può affascinare per il suo aspetto selvaggio, ma non gode di tutti i comfort. Qui si possono trovare soprattutto appartamenti e ville o aree di sosta per i camper. Sicuramente è la zona ideale per chi cerca il contatto con la natura e ha come obiettivo surfare le onde dell’oceano.

Infine, Puerto del Rosario, il capoluogo dell’isola, è un centro urbano piuttosto grande con negozi, bar e ristoranti. Tuttavia, è molto tranquillo. Davvero troppo direi! Potrebbe essere una scelta economica e strategica per poi potersi muovere in auto in altre località turistiche.

COSA VISITARE A FUERTEVENTURA? LEGGI L’ITINERARIO IN 5 TAPPE

0

4 Commenti a “Fuerteventura: quando andare e dove alloggiare”

  1. Purtroppo ho un brutto ricordo di Fuerteventura perché ci sono stata secoli fa, con una partenza all’ultimo minuto e lasciando l’organizzazione del viaggio in mano ad altri. Risultato: mi sono ritrovata in un posto dove c’erano solo hotel e basta, in una struttura anche abbastanza brutta. Niente da fare, se non trascorrere tutto il tempo in spiaggia. Insomma, un fallimento. Devo darle un’altra possibilità e la tua guida sarà un ottimo punto di partenza!

    0
  2. Fuerteventura mi incuriosisce moltissimo 🙂 Sono stata a Lanzarote l’inverno scorso e varie volte a Tenerife. Credo proprio che la prossima isola delle Canarie che scoprirò sarà Fuerteventura. Grazie per questo post ricco di info utili.
    Sai che non sapevo della calima… per fortuna che non l’ho mai sperimentata!

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.