Procida: l’isola nostalgica


I miei viaggi, Italia / lunedì, Giugno 1st, 2020

Non basta andare lontano per trovare un piccolo paradiso naturale. Basta prendere un traghetto e arrivare a Procida!

In questi giorni di isolamento, causa pandemia, leggo sempre più spesso, sui social, la seguente domanda: quale viaggio faresti quando tutto finirà?

Beh, magari qualcuno spera ancora di poter fare il viaggio già programmato per l’estate. Io, ad esempio, spero ancora di poter andare a Bali a settembre. Ma, con molta probabilità, non sarà possibile.

Non sarà possibile allontanarci molto. Forse, per un po’, potremmo muoverci solo all’interno del nostro paese. E allora, quale occasione migliore per riscoprire la nostra tanto amata Italia e le sue isole?

QUELLA, CHE TU CREDEVI UN PICCOLO PUNTO DI TERRA, FU TUTTO. ELSA MORANTE, L’isola di Arturo

Procida e il mio primo viaggio in barca

L’estate scorsa sono stata a Procida. Da napoletana ammetto che conosco molto poco la mia terra (sempre per la mania di visitare prima il mondo che c’è fuori dalla mia stanza, anziché quello che mi circonda), così ho approfittato del ritorno a casa per segnare una nuova x sull’elenco dei posti da vedere.

Procida è una delle tre isole minori situate nel Golfo di Napoli, dalla bellezza incontaminata di altri tempi.

Sono stata accompagnata durante tutto il viaggio dai ricordi che avevo del film “Il Postino“, con Massimo Troisi. Mi giravo attorno alla ricerca di quegli angoli ripresi per le scene esterne del film e da quei sentimenti contrastanti trasmessi dall’attore fuori e dentro la realtà.

Foto di una bici con il cartello "bicicletta del postino"!! Procida 2019

Il mio viaggio a Procida è stato più una pausa dal caldo torrido di metà agosto che il solito viaggio “esplorativo”. Di fatti, sono rimasta su una piccola barca ormeggiata nel porto di Marina Chiaiolella per tutto il tempo, a dondolare dolcemente in buona compagnia, quella della famiglia.

Ovviamente ho anche toccato terra ogni tanto! E l’occasione migliore è stata per scattare qualche foto del panorama che si ammira dalla Corricella (foto qui in basso). Sul punto più alto è possibile vedere da un lato la parte dell’isola che da verso il Mediterraneo e dall’altro la parte dell’isola che si apre al golfo di Napoli e alle altre isole. Quel giorno c’era un po’ si foschia e si faticava a vedere il golfo in maniera nitida, ma restava comunque spettacolare.

NON C’È PROCIDA SENZA MARINA DI CORRICELLA

Marina di Corricella è un piccolo borgo di pescatori, il più googlato e instagrammato!! Le piccole imbarcazioni disposte le une accanto alle altre, le reti dei pescatori e le facciate delle case colorate, la rendono la cornice ideale per gli aperitivi serali tra amici o per le cene romantiche a lume di candela a base di pesce fresco e prodotti tipici procidani. L’ho amata!

Un altro posto che ho amato molto è stato il belvedere dell’Abbazia di San Michele Arcangelo, che protegge dall’alto il porticciolo della Marina di Corricella. Quel blu immenso del mare e del cielo, che fa diventare di color azzurro anche le isole lontane e la costa, il Vesuvio e il Monte Somma, mi ha trasmesso un senso di pace e libertà. Il vento sulla faccia mi ha rigenerata e messa di buon umore.

UN TUFFO ALL’OMBRA DELLA RISERVA NATURALE DI VIVARA

E dal blu, passiamo al verde delle acque all’ombra dell’isola di Vivara (un piccolo isolotto unito a Procida da un ponte). La vegetazione fitta di questa isola disabitata, oasi protetta, si riflette nelle acque della cala.

Ad ogni ondeggiare il verde si mischia con l’azzurro del mare profondo, mosso dalle numerose barche, motoscafi e yacht che attraversano il Golfo.

Il mal di mare? Non è mancato. A volte, stare in acqua su un materassino di gomma gonfiabile, era l’unica soluzione per sopravvivere!

IL BARCHINO DEI GELATI!!!

Non stupitevi se ad un certo punto, dal nulla, spunta il carretto dei gelati!!! Non scherzo. Qui ci sono delle piccole barche bianche, ricoperte da striscioni con la pubblicità di qualche famosa marca di gelato,  che offrono un servizio bar itinerante eccellente. OK, forse un fior di fragola a 3€ è troppo, ma il momento è stato sublime.

Procida è il luogo giusto per bivaccare e non sarebbe una cattiva idea di viaggio per questa estate.

INFORMAZIONI PRATICHE:

Come raggiungere Procida

Procida si raggiunge in traghetto o aliscafo da Napoli e Pozzuoli.

Se si parte da Napoli, è importante sapere che il classico traghetto salpa dalla stazione marittima Porta di Massa (centro città), mentre gli aliscafi dalle stazioni marittime di Margellina e Molo Beverello (centro città).

Una navetta interportuale gratuita (in servizio fino all’ultimo collegamento per Ischia) collega Beverello a Porta di Massa e viceversa.

La traversata dura dai 45 ai 60 minuti, a seconda del tipo di traghetto/aliscafo utilizzato.

Come muoversi sull’isola

Gli spostamenti sull’isola si effettuano in taxi e autobus. Gli autobus sono piccoli e non dimenticate di fare scorta dei titoli di viaggio. Qualcuno potrebbe non essere dotato di aria condizionata, portate pazienza.

Se non avete una barca propria, potete noleggiarne una appena arrivati sull’isola o scegliere un’escursione intorno all’isola dal mare.

Alcuni consigli utili prima di partire per Procida:
  • Prenotare con molto anticipo. Ci sono pochissimi hotel, qualche B&B e affittacamera. Pero non abbiate grandissime aspettative. A Procida non troverete gli hotel lussuosi di Capri ed Ischia;
  • Le spiagge non sono grandissime e sono spesso affollate in alta stagione. La sabbia vulcanica aumenta la percezione del calore, quindi cercate di avere sempre dell’acqua da bere con voi e ciabatte, cappello e crema solare.

“Ma no, anche l’estate, invece, sarebbe tornata immancabilmente, uguale al solito. Non la si può uccidere, essa è un drago invulnerabile che sempre rinasce, con la sua fanciullezza meravigliosa. Ed era un’orrida gelosia che mi amareggiava, questa: di pensare all’isola di nuovo infuocata dall’estate, senza di me!”
― Elsa Morante, L’isola di Arturo

1+

14 Commenti a “Procida: l’isola nostalgica”

  1. Ho visto Procida dall’aliscafo mentre ero diretta a Capri. Ci siamo fermati solo per alcuni minuti al porto, ma in questi brevi istanti qualcosa è scattato in me. La vista di quelle case allineate tutte colorate, le voci, non so cosa ma mi sono ripromessa di tornarci. Speriamo presto!

    0
  2. Non sono mai stata a Procida ma sono d’accordo con te per quanto riguarda la smania di andare sempre più lontano. Molte cose in Italia sono per me sconosciute, anche nella mia regione. Procida comunque mi ha sempre affascinato e spero di poterla visitare presto.

    0
    1. Quest’anno abbiamo avuto tutti modo di capire che non basta andare lontano per scoprire posti meravigliosi. Spero tu possa scoprire presto anche Procida.

      0
  3. Da un pò di tempo vorrei visitare quest’isola poi hanno girato scene del film Il Postino, io sono stata recentemente a Salina altro set del film, in barca poi penso sia perfetto per vedere bene l’isola!

    0
  4. È un’isola che è nella mia lista dei desideri da un po’ perché mi incuriosisce molto ed io adoro le isole! Speravo di poterla visitare quest’estate, ma poi non sono riuscita. Ma la visita è solo rimandata!

    0
  5. Anche io come te, tendo sempre a programmare viaggi al di fuori della mia regione, ma l’Italia in effetti è tutta bella. Dove vai vai, trovi sempre qualcosa da vedere. Dal tuo racconto e dalle tue foto mi è venuta voglia di visitare Procida, sembra così bella!!

    0
    1. Si, è vero! L’Italia è davvero un paese che non annoia mai. Spero tu possa fare un piccolo viaggetto anche a Procida ?

      0
  6. Non conosco affatto bene la Campania e non sono mai stata a Procida, ma da questo post vedo che un viaggio su quest’isola sarebbe proprio una buona idea, perché è stupenda!

    0
  7. Sono stata in luna di miele a Procida (avevo pochissimi giorni a disposizione), e ho detto tutto sul mio amore! ? Più ancora dei luoghi del Postino avevo in mente quelli dell’Isola di Arturo, uno dei miei libri preferiti. ? Ora abito a 16.000 km di distanza, ma una seconda luna di miele “commemorativa” credo che tornerei a farla lì ?

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.